Città invisibili

tempera, stampi, arte, crema città

Con l’utilizzo dei timbri e di tamponi colorati, costruiamo una città immaginaria. Lo facciamo ascoltando alcuni brani del libro di Italo Calvino “Le città invisibili” e immaginiamo ponti, scalette, canali e portoni…
“…la città non dice il suo passato, lo contiene come le linee di una mano…”
Quando nel L’ASTUCCIO c’è anche un libro, le parole diventano immagini.

Vuoi ospitare questo laboratorio, partecipare o saperne di più? Scrivimi una mail